Istituto Mnemosyne

ISTITUTO PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO STORICO
Menu principale
Home
Chi siamo
Statuto
RiscaldaCHIESE
Progetto Cariplo 2013
Progetto Cariplo 2015
premio GIOVANNI URBANI
Piano Umbria
Links
premio Urbani PDF Stampa E-mail

COMUNICATO STAMPA

III° BANDO (2010/11) DEL PREMIO “GIOVANNI URBANI”

LA DECISIONE FINALE

DEL COMITATO SCIENTIFICO

Premiate le Tesi di Giulia Totaro (Politecnico di Milano) e di Maria Carmela Grano (Università “La Sapienza” di Roma). Riconosciute pubblicabili, assieme alle due premiate: la Tesi di Anna Vergottini (Università di Padova) e la Tesi di Danilo Forleo (Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne).

Le difficoltà finanziarie dell'Istituto Mnemosyne – che può continuare a fruire soltanto del contributo della Fondazione ASM di Brescia - impediscono la continuità del Premio “Giovanni Urbani”


Nella riunione del 3 Ottobre 2012, appositamente convocata, presso il Centro Paolo VI di Brescia dal Presidente prof. arch. Ruggero Boschi, il Comitato Scientifico ha aperto i lavori ascoltando la relazione dell'arch. Carlo Minelli, Presidente dell'Istituto Mnemosyne, che ha esposto l'orientamento del Comitato Direttivo di interrompere i Bandi del Premio “Giovanni Urbani” a causa della mancanza di sostenitori, che, assieme alla Fondazione ASM di Brescia, possano assicurare la fattiva continuità di questa impegnativa e qualificante azione per la promozione della ricerca (storica e scientifica) necessaria alla conoscenza delle cause di degrado del patrimonio d'arte, almeno in Italia, coesteso all'ambiente come sua peculiare qualificazione (come, già nel lontano 1973, aveva cominciato a proporre Giovanni Urbani).

Dopo aver registrato il corale ringraziamento alla Fondazione ASM per aver manifestato l'orientamento di continuare a contribuire alla continuità del Bando per il Premio “Giovanni Urbani, il prof. arch. Boschi ha riassunto lo stato delle valutazioni maturate dal reciproco dialogo e dalle personali analisi dei singoli componenti il Comitato Scientifico.

L'ampia discussione successiva si è svolta anche richiamando le disposizioni regolamentari del Bando stesso, nel quale – assieme ai temi dei quali le Tesi partecipi dovrebbero favorire l'approfondimento e la praticabilità – è richiamato l'insindacabile dovere del Comitato Scientifico di scegliere le Tesi che consideri degne del Premio “Giovanni Urbani” e di indicarne anche altre quattro ritenute meritevoli di divulgazione.

Dopo avere concordato che l'indicazione delle Università Italiane vale soltanto per le Tesi da premiare, il Comitato Scientifico conviene che questa indicazione non appare vincolante per le Tesi delle quali reputi opportuna la divulgazione.

Dopo aver riconsiderato il valore di ciascuna delle ventinove Tesi pervenute al Terzo Bando del Premio “Giovanni Urbani”, il Comitato Scientifico adotta le decisioni di seguito elencate:

1. Decide degne di conseguire il premio da mille Euro ciascuna, con l'onore di essere divulgate nell'apposita Collana avviata dall'Istituto Mnemosyne con l'Editore Nardini in Firenze, le Tesi di:

1.1. GIULIA TOTARO: Attività di manutenzione e cura sui beni culturali architettonici: strategie e politiche di incentivazione, discussa nella Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano; relatore il prof. Paolo Gasparoli; correlatori l'arch. Chiara Livraghi e l'arch. Stefania Bossi.

1.2. MARIA CARMELA GRANO: Dallo studio del travertino romano alla valutazione sperimentale dei trattamenti protettivi per a conservazione del colonnato di San Pietro, discussa nella Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell'Università “La Sapeinza” di Roma; relatore il prof. Giovanni Ettore Gigante; relatore esterno il prof. Ulderico Santamaria; correlatore la prof. Patrizia Tucci.

2. Decide pienamente degne dell'onore di essere divulgate, nella citata Collana avviata dall'Istituto Mnemosyne con l'Editore Nardini in Firenze, soltanto le Tesi di:

2.1. ANNA VERGOTTINI: Studio delle murature della chiesa di S. Andrea a Chioggia, impregnare d'acqua marina, discussa nella Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell'Università degli Studi di Padova; relatore il prof. Dario Camuffo.

2.2. DANILO FORLEO: Conservation preventive et regie des ovres, enjeux et particularites en France et en Italie, discussa nell'UFR en Histoire de l'arte et archéologie dell'Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne; relatore il prof. Denis Guillemard; controrelatore il prof. Marc Nolibé.

Dopo aver registrato la condivisione dei presenti, il prof. arch. Ruggero Boschi chiude l'incontro ringraziando il Presidente arch. Carlo Minelli che, con il Comitato Direttivo dell'Istituto Mnemosyne, ha sostenuto tutto il lavoro promozionale e organizzativo dei Bandi del Premio “Giovanni Urbani” e ne condivide il rammarico per la forzosa interruzione a causa del mancato incremento delle disponibilità finanziarie (oltre quelle assicurate dalla Fondazione ASM di Brescia) e, soprattutto, per la permanente disattenzione delle competenti Istituzioni politiche, che continuano a non ritenere significativo neppure arricchire, con loro indicazioni e possibili nuove proposte, la manifestazione pubblica di premiazione degli assegnatari del Premio “Giovanni Urbani”; realtà questa che induce l'Istituto Mnemosyne a non organizzare tale pubblica manifestazione.

 
< Prec.   Pros. >
© 2017 Istituto Mnemosyne
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.