Istituto Mnemosyne

ISTITUTO PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO STORICO
Menu principale
Home
Chi siamo
Statuto
RiscaldaCHIESE
Progetto Cariplo 2013
Progetto Cariplo 2015
premio GIOVANNI URBANI
Piano Umbria
Links
Informazioni periodiche 1 PDF Stampa E-mail

PROGETTO
ECOLOGIA PER L'ARTE

INFORMAZIONI PERIODICHE

 

1.  L'Istituto Mnemosyne persegue l'obiettivo di rendere sempre più evidenti le condizioni e i processi più favorevoli alla duratura ed efficace conservazione dei materiali di storia e d'arte senza il continuo ricorso a restauri, sempre più frequenti benché già ripetuti più volte attuando nuovi interventi con oneri sempre più elevati, anche se sempre analoghi ai precedenti.

2.      In questa prospettiva propone, ogni quindici giorni, alcuni testi tratti da opere redatte da studiosi e competenti che continuano a operare in coerenza con le indicazioni date dall’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro fin dagli Anni '70 del '900.

3.     Tra queste opere, oltre la raccolta postuma degli scritti di Giovanni Urbani (curata da Bruno Zanardi con Postfazione di Pietro Petraroia), l'Istituto Mnemosyne sollecita la lettura di:

a) Commissione Europea, Direzione I Ambiente; Conferenza Episcopale Italiana, Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici, Il riscaldamento nelle chiese e la conservazione dei beni culturali , Milano, Electa, 2006, pagg. 240. A cura di: Dario Camuffo e Emanuela Pagan (Italia); Henk Schellen, Dionne Limpens-Neilen e Ton Jütte (Olanda); Joanna Zajaczkowska-Kloda, Piotr Kloda, Marcin Kozarzewski, Roman Kozlowski, Lukasz Bratasz e Krzystof Chmielewski (Polonia); Sirkka Rissanen (Finlandia); René Van Grieken, Zoya Spolnik e Laslo Bencs (Belgio); Giancarlo Santi (Città del Vaticano); Annika Haugen e Tone Olstad (Norvegia), Dan Mohanu (Romania), Brough Skingley (Inghilterra), Cesáreo Sáiz-Jiménez, (Spagna).

b) Adriana Bernardi, Conservare opere d'arte, Padova, Il prato, 2003, pagg. 141.

c) Conferenza Episcopale Italiana, Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici; Regione Lombardia, Come conservare un patrimonio: gli oggetti antichi nelle chiese, (a cura di Maria Teresa Binaghi Olivari), Milano, Electa, 2001, pagg. 200.

d) Istituto Mnemosyne, Codici per la conservazione del patrimonio storico (a cura di Ruggero Boschi e Pietro Segala), Firenze, Nardini Editore, 2006, pagg. 333.

e) Istituto Mnemosyne, I fattori ambientali che incrementano il degrado dei materiali di storia e d'arte della Valle del Garza, Brescia, Edizioni Mnemosyne, 2005, pagg. 56.

f) Regione Emilia Romagna, Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali (a cura di: Laura Carlini, Paola De Nuntiis, Chiara Guaraldi, Paolo Mandrioli, Luisa Masetti Bitelli, Alessandro Monco, Antonella Salvi), Oggetti nel tempo. Principi e tecniche di conservazione preventiva, Bologna, CLUEB, 2007, pagg. 258.

g) Regione Lombardia, Gruppo di lavoro sulla Valorizzazione del Patrimonio artistico regionale (coordinato da Pietro Petraroia), Linee guida per la Valorizzazione del Patrimonio artistico del Sistema regionale, Milano, 2008 (in corso di stampa).

h) Ministero per i Beni Culturali, Linee Guida per la valutazione e la riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale con riferimento alle norme tecniche per le costruzioni, Roma, 2006.

4.     Poiché alcuni di questi testi risultano esauriti o non facilmente reperibili, l'Istituto Mnemosyne ne riporta le parti più significative, anche con l'auspicio che tutti vogliano consultare i testi integrali e che, quindi, gli editori provvedano alle ristampe o alla più capillare distribuzione dei testi ancora disponibili.

5.      Il primo e il terzo martedì di ogni mese, in www.istituto-mnemosyne.it, sarà leggibile una nuova “Newsletter” che riporterà un estratto dei testi sopra citati.

6.     L'Istituto Mnemosyne, mentre ripete l'invito ad accostare i testi integrali, resta a disposizione di quanti vogliano conseguire ulteriori informazioni o chiarimenti.

 
< Prec.   Pros. >
© 2017 Istituto Mnemosyne
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.